Organizzazione Treno dei poeti

L'offerta della parola

evento itinerante - 2000
2001 – L’offerta della parola – Innaugurazione

L’idea trainante questo progetto è stata quella di far salire sul treno alcuni poeti, affermati ed emergenti, non tanto per scrivere o leggere poesie, ma per dialogare con i viaggiatori e non necessariamente di poesia. Il connubio poeta-treno è storicamente consolidato. Il treno, tra i grandi mezzi di comunicazione, ha per eccellenza ispirato gli artisti e tanti sono stati i poeti che vi hanno trovato spesso l’atmosfera ideale per la creazione. Il viaggio costituisce, nella letteratura poetica, un tema molto ricorrente. Riscontriamo, ad esempio, un fatto curioso quanto significativo: molti dei nostri poeti e scrittori sono figli di ferrovieri (Danilo Dolci, Mario Luzi, Salvatore Quasimodo, Elio Vittorini, ed altri ancora). Si potrebbe dire che siamo proprio di fronte ad un legame viscerale tra il poeta e il mondo ferroviario.

Gi obbiettivi del progetto sono stati quelli di saltare il viaggio in treno come occasione d’incontro e di scambio, di offrire ai viaggiatori l’opportunità di interagire con coloro che nell’immaginario collettivo incarnano la parola più di altri e di restituire ai poeti una funzione di comunicazione più immediata, meno letteraria. C’è chi ha un’idea fuorviante e stereotipata della poesia e dei poeti, che spesso tende a precludere ogni desiderio di conoscenza e di incontro. Al contrario vi sono lettori abituali di poesia che hanno sempre desiderato incontrare un poeta di persona, rivolgendogli delle domande e approfondendo certi argomenti. C’è anche chi vorrebbe addirittura ospitare un poeta a casa propria, almeno per una sera. “L’offerta della parola” ha donato l’opportunità di soddisfare queste esigenze. È stata una proposta di carattere culturale e civile voluta in una regione, la Sicilia, dove la crescita civile è, a nostro avviso, l’obiettivo più importante.

Il treno, quindi, da mezzo di comunicazione diventa a tutti gli effetti un vero logo-motore di civiltà. L’iniziativa, la cui direzione artistica è stata affidata a Maria Attanasio, si è svolta dal primo marzo al primo aprile 2001, con i treni in partenza e in arrivo nella stazione di Catania Centrale. I percorsi sono stati concordati con Trenitalia-Trasporto Regionale, dando la preferenza ad alcune tratte: da Catania verso Messina, Siracusa, Palermo, Gela, Caltagirone, Mazzamarino e la Circumetnea. Le tratte e gli orari dei treni, sono stati scelti in base alle tipologie di viaggiatori (studenti, pensionati, lavoratori pendolari) per dare loro l’opportunità di trasformare un viaggio ordinario in straordinario, grazie all’incontro con la poesia.

5.0.3

Prima della partenza del treno un altoparlante segnalava  la presenza del tal poeta nella tal vettura, in modo da consentire, a chi lo desiderasse, di raggiungerlo e viaggiarci insieme, lasciando al poeta assoluta autonomia decisionale circa la modalità con la quale intendesse usare lo spazio e il tempo comunicativo; se conversando coi viaggiatori rispondendo alle loro domande, oppure proponendo alcuni componimenti suoi o di altri, instaurando il dialogo con i compagni di viaggio seguendo la propria esperienza poetica e umana. Invitati dalla Fondazione Fiumara d’Arte, ogni settimana sui convogli si sono alternati otto/dieci poeti che, seduti nei vari scompartimenti insieme ai viaggiatori, hanno instaurato un dialogo personale, costitutivo e creato un importante momento di crescita culturale.

Tutti i viaggiatori, sia quelli che hanno avuto il piacere di conoscere personalmente i poeti, sia i restanti, durante il viaggio hanno vissuto una condizione spiazzante rispetto all’usuale codice comunicativo. I poeti sono stati così strumenti di parola e i viaggiatori, nel divenire del viaggio, attori della poesia: la vita.
La Fondazione ha esteso l’ambito della manifestazione L’offerta della parola coinvolgendo ulteriormente il territorio di Catania. Sono state contattate 30 famiglie, una per ogni sera di durata della manifestazione, con diversa estrazione sociale e residenti in varie località.

Tornando la sera a Catania dai vari percorsi sui treni, i poeti sono stati ospiti speciali delle case della città, dove hanno avuto modo di trascorrere e far trascorrere una serata speciale, sicuramente diversa dalle altre. Ogni famiglia ha potuto allargare l’invito a parenti e amici, costituendo così un piccolo pubblico, a cui spesso si sono uniti alcuni dei viaggiatori incontrati sui treni. Aggregazioni umane e spontanee che ricordano quelle di una volta, quando ci si riuniva nei cortili, magari per ascoltare i racconti di un cantastorie.

Reading di poesia in libreria (1)

Il progetto ha coinvolto 8 scuole elementari e medie del quartiere Librino di Catania, nelle quali sono stati attivati 8 laboratori di lettura, ascolto e giochi con le parole, attività pensate per fornire ai bambini gli strumenti essenziali e propedeutici al godimento di un’esperienza speciale: un viaggio in treno da Catania insieme ad un poeta per coinvolgerli nella dimensione ludica ed espressiva della parola. A conclusione dell’intera manifestazione è stata organizzata una grande festa ai Mercati Generali di Catania, un circolo culturale molto attivo sul territorio siciliano, con la presenza del poeta Murray Lachlah Young. Alla festa della poesia sono stati invitati tutti i protagonisti delle diverse iniziative: i poeti, i viaggiatori dei treni, le famiglie coinvolte, gli studenti, i lavoratori pendolari, etc. Nell’occasione l’artista Loredana Longo ha presentato una performance ispirata alla poesia.

Hanno partecipato i poeti e le poetesse:

DAVIDE ARICO’, GIANCARLO MAIORINO, MARIA ATTANASIO, FRANCESCO MARGANI, ANGELO MAUGERI, SALVO BASSO, CLARA MONTEROSSI, DANIELE MORETTO, FRANCESCO BATTIATO, ROBERTO MUSSAPI, MARIO BAUDINO, MARIELLA BETTARINI, GIOVANNI OCCHIPINTI, SEBASTIANO BURGARETTA, NICO ORENGO, GABRIELLA CANFARELLI, ELIO PAGLIARANI, ANNA CASCELLA, CARMELO PANEBIANCO, FABRIZIO CAVALLARO, ELIO PECORA, NINO DE VITA, DOMENICO CONOSCENTI, RENATO PENNISI, GIUSEPPE CONTE, FOLCO PORTINARI, OSARIO CROCETTA, DUBRAVKO PUSEK, MAURIZIO CUCCHI,

ANTONIO RICCARDI, GIANNI D’ELIA, PAOLO RUFFILLI, MILO DEANGELIS, ROCCO RUSSO, ANTONIO DI MAURO, ENZO SALSETTA, EDOARDO SANGUINETI, LUCIANO ERBA, ANGELO SCANDURRA, BIANCAMARIA FRABOTTA, EVELINA SCHATZ, EMANUELE SCHEMBARI, ALDO GERBINO, GIOVANNA SICARI, BIAGIO GUERRERA, MARIALUISA SPAZIANI, IOLANDA INSANA, FIORE TORRISI, LELLO VOCE, VIVIAN LAMARQUE, VALENTINO ZEICHEN, FRANCO LOI, LUCIO ZINNA, ROSARIA LORUSSO, MARIO LUZI